Arzachena

A Datome "L'arte premia lo sport"

Sarà il cestista olbiese Gigi Datome, stella del Fenerbache e capitano della nazionale italiana, l'atleta cui sarà conferito il riconoscimento "L'arte premia lo sport per il 2018". A consegnargli una scultura originale di Dante Mortet - ultimo erede dell'omonima famiglia di cesellatori, attiva da più di un secolo nella bottega capitolina di via dei Portoghesi - sarà il presidente del Coni, Giovanni Malagò. La cerimonia è fissata per domani alle 13 nell'aula 5 del Centro di preparazione olimpica "Giulio Nesti" di Roma Acquacetosa. Il connubio tra arte e sport non poteva trovare miglior testimonial. Il cestista, apprezzato per il talento che l'ha portato a indossare alcune delle maglie più prestigiose d'Italia, d'Europa e degli Usa, ha grande passione anche per arte e cultura, maneggiando con disinvoltura la chitarra e il mondo dei social, prendendo posizione sui temi più caldi dell'attualità o recensendo libri, di cui è un gran divoratore.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie